Ironia e bullismo: accoppiata poco saggia

Si può essere divertenti con un bullo? È la domanda che ci siamo posti prima di procedere ad avviare il nostro corso anti-bullismo.

La risposta è no! Non si può essere divertenti. Questo perché essere divertenti è, nella maggior parte dei casi, un tratto personale del carattere di ognuno di noi. Ci devi nascere, insomma. Non tutti sono portati a far ridere gli altri e sicuramente non lo si diventa dall’oggi al domani.

Ma la cosa più importante da considerare è che, statisticamente, chi cade vittima delle angherie di un bullo possiede caratteri personali praticamente all’opposto dell’archetipo del ‘simpaticone‘. Lo stesso fatto di essere presi di  mira implica che il soggetto-bersaglio è timido, introverso, insicuro e con poca autostima.

Inoltre, la vittima che cerca di essere divertente per stemperare le azioni dell’aggressore (o che lo fa per cercare un qualche tipo di contatto pseudo amicale nella speranza di essere lasciato in pace), creerebbe una situazione non buffa, ma anzi ridicola. Con il risultato di essere ulteriormente presi in giro, aumentando ancora di più la sensazione di disagio connesso con questo fenomeno.

Sono decadi che si va avanti nello studio su come mettere un freno al bullismo, e sicuramente non sarà una battuta spiritosa a fermarlo. Quello che occorre è assumere e padroneggiare un atteggiamento di sicurezza, quello che ha chi sa di avere a disposizione validi strumenti di autodifesa.

Rispondi