Distinzione dallo sport

Parlare di sport educativo è ambiguo e pericoloso, ognuno riuscirà facilmente a giustificare quello che dice, presumendo che a parte di alcuni difetti ( chi non ne ha? ), sia sulla strada giusta.

In realtà l’eccesso di competitività, la sottomissione ad allenatori che perseguono obbiettivi di successo personale, il non rispetto delle energie che ognuno può dare…sono più che un campanello d’allarme ( vedi continui episodi di violenza ).
La tensione educativa dello sport, al di là di dichiarazioni ufficiali, non è molta.

Lo sport spettacolo sempre più sembra togliere dal suo mondo lo sport EDUCATIVO per fagocitarlo nel suo stile, nella sua organizzazione.
Lo sport spettacolo è quello professionistico. Viene praticato da giocatori che al di là della passione personale per lo sport, ne hanno fatto una vera e propria attività lavorativa.

Allo sport sono legati da un contratto economico. Lo sport spettacolo è un lavoro, dentro l’industria dello spettacolo. Come ogni lavoro ha un’utilità sociale ( offre spettacolo a pagamento ) e permette di guadagnare ( TROPPO ).

Ai giocatori come agli allenatori e ai dirigenti comporta grande stress, tensione, logorio psicologico.
In pochi anni si bruciano tutte le energie. Lo sport lavoro è basato sul principio che la tua competenza dev’essere al servizio della squadra: GIOCHI NON PER ESPRIMERE TE STESSO MA…per far vincere la squadra, adattando quel che vorresti essere al gioco di squadra.

LO SPORT EDUCATIVO E’ CENTRATO SULL’ESSERE E SULLA CRESCITA COME PERSONA. LO SPORT NON E’ IN SE STESSO EDUCATIVO: E’ IL MODO DI FARLO CHE LO RENDE EDUCATIVO.

Rispondi